Ticino, escursione dalla cima del Monte San Salvatore a Morcote

Condividilo su:

Ticino, escursione dalla cima del Monte San Salvatore a Morcote

Condividilo su:

Il piccolo borgo di Morcote - sulle rive del Lago di Lugano - è davvero affascinante e - non a caso - è considerato uno dei borghi più belli della Svizzera. Il piccolo centro urbano si visita in poco tempo, percorrendone le strette vie e scalinate e perdendosi tra palazzi variopinti e rampicanti in fiore. Noi abbiamo scelto di raggiungere questo incantevole borgo attraverso un sentiero escursionistico che parte dalla cima del Monte San Salvatore, la montagna che veglia sul lago e che offre una splendida vista panoramica sul Ceresio.

A noi piace... Morcote!

Il piccolo borgo di Morcote – a pochi passi da Lugano – è certamente una delle mete più note e popolari tra i visitatori occasionali del Ticino perché permette di assaporare un pizzico di Dolce Vita svizzera. Adorerete perdervi tra le sue strette viuzze, i passaggi e le scalinate! E non potrete fare a meno di fotografare i suoi palazzi colorati e gli angoli fioriti, fermandovi di tanto in tanto per un aperitivo o un gelato dal sapore decisamente mediterraneo. Scoprire questo angolo di mondo non richiede molto tempo, ma se volete aggiungere all’esplorazione un pò di sana attività fisica, il nostro consiglio è di raggiungere Morcote attraverso il sentiero panoramico che parte dalla cima del Monte San Salvatore. Dopo la visita, potrete agevolmente tornare a Lugano con un bus di linea o, per una scelta più panoramica, attraverso uno dei battelli che solcano il lago! Ecco quindi a voi il nostro itinerario e qualche consiglio utile!

Overview & mappa

L’escursione che vi proponiamo è un percorso lineare che parte dalla cima del Monte San Salvatore e percorrendo un sentiero in gran parte nel bosco raggiunge dapprima i piccoli centri di Ciona e Carona e infine Morcote, dove termina. Durante l’itinerario, avrete la possibilità di ammirare la splendida vista sul Lago Ceresio, di visitare alcune pittoresche chiese e il centro storico di Morcote. L’itinerario complessivo è di circa 11 km, percorribili in circa tre ore (quattro a passo rilassato e includendo le visite agli edifici storici. E’ un percorso facile, ma che classifichiamo come moderato per via di un breve tratto di circa un chilometro e mezzo all’inizio dell’escursione che corre su un terreno in discesa e parecchio sconnesso. Dopo una pioggia abbondante è quindi possibile che alcuni tratti risultino più scivolosi. Il nostro consiglio, come sempre, è di indossare buone scarpe da escursionismo e di portare con sé dei bastoni da trekking. Al termine del percorso, una lunga scalinata vi porterà dalla montagna a Morcote, sul lago. Lungo l’itinerario troverete diverse opzioni di ristorazione.
San-Salvatore-Morcote-altitudine

Usa le nostre mappe con uno sconto del 25%!

Per una escursione sicura è importante avere il supporto delle mappe e del GPS. Per questo motivo pianifichiamo e tracciamo tutti i nostri percorsi escursionistici utilizziamo Outdooractive, una piattaforma per il tracking di attività all’aria aperta quali escursionismo, ciclismo e molto altro. Registrandovi gratuitamente al sito potrete navigare l’intero database dei percorsi, copiare i nostri itinerari, modificarli creandone di vostri e naturalmente condividerli con gli amici.
Se invece volete sottoscrivere un abbonamento PRO o PRO+, fino al 1° aprile 2024 potrete dire addio all’inverno con uno sconto del 25% sui nuovi abbonamenti Pro e Pro+! Sbloccate funzioni e strumenti incredibili e lasciatevi ispirare nel pianificare la vostra prossima grande avventura oggi stesso!

Vuoi utilizzare al meglio la nostra mappa?

Per una escursione sicura è importante avere il supporto delle mappe e del GPS. Per questo motivo pianifichiamo e tracciamo tutti i nostri percorsi escursionistici utilizziamo Outdooractive, una piattaforma per il tracking di attività all’aria aperta quali escursionismo, ciclismo e molto altro. Registrandovi gratuitamente al sito potrete navigare l’intero database dei percorsi, copiare i nostri itinerari, modificarli creandone di vostri e naturalmente condividerli con gli amici. Se invece volete sapere perché dovreste sottoscrivere un abbonamento PRO o PRO+ e perché noi lo abbiamo già fatto, ve ne abbiamo parlato qui insieme ad altre 5 app essenziali per l’escursionismo in Svizzera.

L'escursione

Cima San Salvatore

La nostra escursione parte dalla stazione a monte della funicolare del Monte San Salvatore, che raggiungiamo da Lugano-Paradiso. Sul sito ufficiale trovate tutte le informazioni sullo stato di operatività, sugli orari e i biglietti, che è possibile preacquistare online per saltare la fila alle casse. Il percorso della funicolare, diviso in due tratte, conduce in circa 15 minuti sulla cime del Monte San Salvatore. Qui troverete un ristorante (Ristorante Vetta San Salvatore) e i servizi igienici. Prima di iniziare il cammino, vi suggeriamo di salire ancora un pò più in alto per raggiungere il piazzale panoramico e la piccola Chiesa Monte San Salvatore. Da qui avrete infatti accesso ad una delle viste migliori sul Lago di Lugano! A seguire, se avete ancora del tempo libero vi suggeriamo una visita al piccolo Museo San Salvatore, che racconta la storia della montagna e la sua geologia in maniera davvero interessante. L’ingresso è incluso nel ticket della funicolare. Dopo le foto di rito e la visita al museo, tornate giù al piazzale della stazione per iniziare il vostro percorso in direzione Morcote. Il primo chilometro e mezzo vi richiederà un pò di attenzione: si tratta di uno stretto sentiero sconnesso che corre nel bosco su un fianco piuttosto ripido del monte. Niente di davvero pericoloso, ma le radici degli alberi, le rocce e una pioggia abbondante possono rendere alcuni tratti piuttosto scivolosi. Come già detto, il nostro consiglio è di indossare buone scarpe da escursionismo e di portare con sé dei bastoni da trekking.

Dal San Salvatore a Carona

Dopo circa un chilometro e mezzo di percorso in pendenza, il sentiero si fa più stabile e pianeggiante, con minimi tratti in lieve dislivello. Lungo il sentiero, incontriamo quasi subito il piccolo borgo di Ciona, poco più che un agglomerato di case davvero pittoresche. Qui si incontra anche il piccolo Oratorio di Santa Maria delle Grazie e un grande parcheggio, perfetto per chi vuole iniziare l’escursione da qui o fare il sentiero in senso inverso per raggiungere a piedi la cima del San Salvatore. Da Ciona, il sentiero procede all’interno del bosco su un terreno in gran parte il terra battuta e privo di difficoltà. Dopo un paio di chilometri, raggiungiamo Carona. Qui potrete fare una pausa per il pranzo presso il caratteristico Grotto Pan Perdü o proseguire in direzione Morcote. Vi suggeriamo tuttavia una piccola deviazione per visitare la sorprendente Chiesa di Santa Marta, risalente al 1400 ma rimaneggiata nel corso del 1600. La chiesa è ancora oggi affascinante ed è stata di recente ristrutturata. Durante la nostra visita, abbiamo incontrato una volontaria che ci ha raccontato la storia della chiesa e spiegato gli affreschi antichi. Purtroppo non è sempre facile trovare la chiesa aperta, ma provateci! Ne vale la pena!

Da Carona a Morcote: il Parco San Grato

Dopo la visita alla chiesa, riprendiamo il nostro percorso in direzione Morcote. Dopo Carona, il sentiero incontra il Parco botanico San Grato, un parco naturale di oltre 200.000 metri quadrati caratterizzato dalla presenza di azalee, rododendri e conifere. Il parco è davvero pittoresco e i profumi – anche in piena estate – sono inebrianti. Noi ci siamo limitati ad una piccola deviazione per attraversarne una parte. Il parco ha comunque numerosi sentieri. Ne troverete una descrizione dettagliata su un cartello all’ingresso. All’interno del parco si trova anche Swing the World, un’altalena panoramica che offre una magnifica vista sul lago. Noi l’abbiamo raggiunta con una piccola deviazione di circa 10 minuti, ma in tutta onestà non abbiamo avuto alcun effetto WOW. Se siete curiosi, potete raggiungerla agevolmente! Dal parco San Grato, circa 3 chilometri su un comodo sentiero conducono all’inizio della lunga scalinata che vi porterà a Morcote.

Morcote

Morcote è davvero affascinante. Il suo più noto biglietto da visita è certamente la vista del campanile della chiesa di Santa Maria del Sasso che si staglia sull’azzurro del lago e il verde delle montagne sul fondo. Ma Morcote è molto di più: un piccolo borgo costiero colorato, pieno di fiori e dall’atmosfera deliziosamente mediterranea! Seguendo le scalinate, raggiungiamo dapprima la Chiesa di Santa Maria del Sasso. Costruita nel 1400, qui è possibile ammirare affreschi di varie epoche ben conservati, una bellissima cupola e un antico organo del 1700. Uscendo dalla porta opposta a quella dalla quale siamo entrati raggiungiamo poi l’Oratorio di Sant’Antonio da Padova. Costruito nel 1600, è ugualmente affascinante e ricco di stucchi e decorazioni. Infine, proseguiamo lungo le scale per raggiungere il lago e il centro storico del borgo di Morcote. Qui vi consigliamo di perdervi lungo i vicoli e le stradine e di non mancare una passeggiata sotto i caratteristici portici che conducono alla Piazza Granda, dove avrete la possibilità di mangiare un gelato o fare un aperitivo.
Da Morcote, è possibile tornare a Lugano con un bus che parte proprio da Piazza Granda o con il più caratteristico battello che solca il lago e che ferma anche a Lugano-Paradiso nel caso dobbiate recuperare l’auto presso la stazione a valle della funicolare San Salvatore.

Booking.com
Booking.com
Come arrivare

Guarda la mappa del posto su Google Maps. Il punto di partenza di questa escursione – la stazione a valle della funicolare San Salvatore – è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. Per individuare la migliore opzione di viaggio per voi, come sempre vi suggeriamo di utilizzare il sito FFS o l’App FFS, con la quale potrete anche verificare gli orari e lo stato di operatività delle linee e acquistare i biglietti.

Guarda la mappa del posto su Google Maps. Il punto di partenza di questa escursione – la stazione a valle della funicolare San Salvatore – è raggiungibile anche in auto. Per individuare la migliore opzione di viaggio per voi, come sempre vi suggeriamo di utilizzare Google Maps. Di fronte alla stazione è disponibile un parcheggio a pagamento (CHF 6.00). Tuttavia il numero di posti è limitato, quindi come sempre il nostro consiglio è di preferire i mezzi pubblici.

Suggerimenti

1

Il San Salvatore è una popolare metà turistica. Sebbene la maggior parte dei viaggiatori si limiti ad esplorare la vetta e tornare a valle, la fila alla biglietteria della funicolare può davvero essere estenuante, soprattutto nei giorni festivi. Il nostro consiglio è di preacquistare i biglietti online. In questo modo potrete saltare la fila e raggiungere direttamente i tornelli e avvicinare il QR-code direttamente al lettore.

2

Dalla cima del Monte San Salvatore partono molti altri sentieri escursionistici. A questo link trovate alcune informazioni e idee.

3

State pianificando un’escursione qui e avete dubbi o domande su questo percorso? Fatecelo sapere lasciando un commento sotto e vi risponderemo nel più breve tempo possibile!

Nota pubblicitaria : questo articolo contiene links affiliati dai nostri partner. Attraverso le affiliazioni, ti offriamo la possibilità di accedere a promozioni e offerte, spesso in anteprima o in esclusiva, per l’acquisto di prodotti e servizi. Allo stesso tempo, se sceglierai di acquistare presso un nostro partner, supporterai il nostro blog che potrà, così, restare attivo. Le nostre opinioni sui prodotti consigliati e i nostri suggerimenti di acquisto non sono influenzati dalle partnerships. Se vuoi saperne di più sul modo in cui gestiamo la pubblicità su questo blog, puoi visitare questa pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su
INSTAGRAM

Resta in contatto con noi e segui le nostre avventure in tempo reale: più storie, foto e video per te!

FollowusIG-it
FollowusIG-mobile-it