Tamaro-cover-desktop

Ticino, escursione alla cima del Monte Tamaro

Condividilo su:

Tamaro-cover-mobile

Ticino, escursione alla cima del Monte Tamaro

Condividilo su:

Il Monte Tamaro, poco distante da Bellinzona, è una destinazione popolare per singoli e famiglie. Facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici e con una ripida salita in cabinovia, il complesso escursionistico offre numerosi sentieri ben tenuti e di varia intensità, ristoranti, rifugi in quota e un’area ricreativa per grandi e bambini dove poter trascorrere una piacevole giornata all’aperto senza alcuna fatica. Noi abbiamo scelto di raggiungere il monte Tamaro durante un sabato di fine agosto e in questo articolo vi raccontiamo il nostro itinerario e vi diamo qualche consiglio utile.

A noi piace... il Monte Tamaro!

Il Monte Tamaro, poco distante da Bellinzona, è una destinazione popolare per singoli e famiglie per via della facilità di accesso e dell’ampia offerta ricreativa. Facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici e a seguire con una ripida salita in cabinovia, qui troverete non solo numerosi itinerari escursionistici ben tenuti e di varia intensità, ma anche ottimi ristoranti, rifugi in quota dove poter gustare piatti tradizionali e un’area ricreativa per grandi e bambini dove poter trascorrere una piacevole giornata all’aperto senza alcuna fatica. Noi abbiamo scelto di raggiungere il monte Tamaro durante una piacevole giornata di fine estate per una escursione verso la sua vetta e, a seguire, qualche minuto di relax e adrenalina sfrecciando lungo la slittovia dell’Alpe Foppa. In questo articolo, quindi, vi raccontiamo il nostro itinerario e vi diamo qualche consiglio utile.

Overview e mappa

L’escursione che vi proponiamo è un percorso di andata e ritorno che parte dall’Alpe Foppa e raggiunge la cima del Monte Tamaro per poi tornare indietro sullo stesso sentiero. A Tamaro, infatti, la cabinovia che parte a valle dal piccolo centro di Rivera non vi condurrà direttamente alla cima ma a circa metà strada. Da qui, dovrete proseguire a piedi lungo un itinerario di circa 8 km e mezzo che vi offrirà magnifiche viste sulle montagne della zona fino al Lago Ceresio e al Lago Maggiore.
L’intero percorso richiede circa tre ore e mezzo tra andata e ritorno. E’ un percorso di media difficoltà per via di alcuni tratti più esposti e sconnessi. Inoltre, l’ultimo tratto verso la cima del Monte Tamaro richiede un certo livello di attenzione perché corre lungo rocce scivolose e piuttosto ripide. Per questo il nostro consiglio è di indossare ottime scarpe da trekking con una buona aderenza al terreno e di portare con voi bastoni da trekking. Al termine del percorso o all’inizio di esso, vi suggeriamo una visita alla insolita Cappella di Santa Maria degli Angeli, progettata dal noto architetto ticinese Mario Botta, che offre peraltro una magnifica vista sulla valle sottostante.
Per una pausa gastronomica, vi suggeriamo il ristorante dell’Alpe Foppa o, come nel nostro caso, una sosta presso il rifugio Capanna Tamaro.

Monte-Tamaro-Elevazione

Vuoi utilizzare al meglio la nostra mappa?

Per una escursione sicura è importante avere il supporto delle mappe e del GPS. Per questo motivo pianifichiamo e tracciamo tutti i nostri percorsi escursionistici utilizziamo Outdooractive, una piattaforma per il tracking di attività all’aria aperta quali escursionismo, ciclismo e molto altro. Registrandovi gratuitamente al sito potrete navigare l’intero database dei percorsi, copiare i nostri itinerari, modificarli creandone di vostri e naturalmente condividerli con gli amici. Se invece volete sapere perché dovreste sottoscrivere un abbonamento PRO o PRO+ e perché noi lo abbiamo già fatto, ve ne abbiamo parlato qui insieme ad altre 5 app essenziali per l’escursionismo in Svizzera.

Arrivo all’Alpe Foppa

Il punto di partenza di questa escursione – l’Alpe Foppa – è agevolmente raggiungibile sia in auto che con i mezzi pubblici. Per coloro che arrivano qui in auto, è disponibile un grande parcheggio a pagamento proprio accanto alla stazione della cabinovia. Per chi invece sceglie i mezzi pubblici, è sufficiente raggiungere con il treno la stazione di Rivera-Bironico e da là camminare per circa 10 minuti fino alla stazione a valle della cabinovia Rivera-Alpe Foppa. A questo link trovate tutte le informazioni e gli orari di attività della cabinovia. Va detto, tuttavia, che l’attuale chiusura del tunnel ferroviario del San Gottardo rende meno agevole e rapido l’accesso con i mezzi pubblici, motivo per il quale noi abbiamo scelto di raggiungere Bellinzona la sera prima e di pernottare lì una notte. E’ una soluzione che vi suggeriamo a prescindere, sia per godervi appieno l’escursione senza troppe complicazioni e limitazioni temporali, sia per assaporare un po’ di sano spirito ticinese. Bellinzona è una bellissima città e vale una visita anche soltanto per i 3 imponenti castelli patrimonio Unesco (un percorso escursionistico alla loro scoperta lo abbiamo raccontato qui).
Noi abbiamo scelto di alloggiare presso l’Hotel Gamper, un hotel a due stelle semplice e senza troppi fronzoli, ma pulito e con una buona colazione. Lo suggeriamo per una notte.
Per la cena, invece, vogliamo assolutamente suggerirvi il ristorante Casa del Popolo, a pochi passi dall’Hotel e dalla stazione dei treni. Offre piatti gustosi e preparati al momento e ha un personale molto cordiale e disponibile. Inoltre, è gestito dall’azienda sociale “Sostare”, che aiuta le persone in situazioni difficili e le indirizza verso un percorso di formazione e lavoro aiutandole a trovare la propria strada. Merita assolutamente una visita e il sostegno di tutti!

Booking.com

Percorso escursionistico

Dall’Alpe Foppa a Cima Tamaro

Dalla stazione a monte della funivia, pochi passi ci separano dal ristorante dell’Alpe Foppa e dal punto di inizio del nostro itinerario. Una curiosa costruzione però attira la nostra attenzione. E’ la Cappella di Santa Maria degli Angeli, progettata dal noto architetto ticinese Mario Botta. Decidiamo di visitarla e di percorrerne l’insolita struttura, fatta di tunnel, ponti e scalinate in lungo e in largo fino a raggiungere un piccolo terrazzino panoramico che offre una magnifica vista sulla valle sottostante. Completata la visita, eccoci pronti per iniziare il nostro cammino.
Dal ristorante dell’Alpe Foppa parte un percorso a tornanti in costante salita di circa 2.7 km fino al rifugio montano Capanna Tamaro. Questa prima parte di sentiero si snoda su un sentiero in terra battuta e ghiaia agevole da percorrere, ma vi suggeriamo di prestare attenzione, a circa 2 km dall’inizio del percorso, ad una breve deviazione che evita una breve galleria chiusa al transito ai pedoni per via del rischio di caduta massi.
Dalla Capanna Tamaro, il sentiero si fa più stretto e accidentato ma non particolarmente pericoloso. Tuttavia vi suggeriamo cautela: la roccia è piuttosto liscia e, soprattutto dopo una pioggia abbondante, può diventare scivolosa. Ancora un chilometro vi separa dall’inizio della ripida salita verso la Cima Tamaro.

Cima Tamaro e ritorno all’Alpe Foppa

Il tratto in ripida salita verso Cima Tamaro è lungo solo 400 metri ma, come già detto, è piuttosto ripido e corre lungo rocce parecchio lisce. Vi suggeriamo di fare attenzione nella fase di salita, ma soprattutto quando sarà il momento di tornare giù. Lo sforzo comunque sarà ampiamente ricompensato da una magnifica vista che spazia dalla pianura Padana, in Italia, fino alle Alpi Svizzere e ai laghi della zona. Davvero imperdibile! Prendetevi del tempo per una pausa, per ammirare il panorama e per riposarvi prima di affrontare il percorso in senso inverso verso l’Alpe Foppa.
Tornando indietro, vi suggeriamo di fermarvi presso la Capanna Tamaro per un piatto tradizionale di Polenta e formaggio di montagna o una bibita dissetante al sambuco fatta in casa. E poco prima della fine del percorso, nel nostro itinerario troverete una piccola deviazione, appena sopra l’Alpe Foppa, che vi consentirà di percorrere un tratto del Sentiero Culturale, lungo il quale si possono ammirare le statue e opere d’arte di diversi artisti come Luca Marcionelli e Jaya Schürch.

Percorsi alternativi

Il Monte Tamaro offre davvero moltissime opzioni escursionistiche alternative a quella proposta in questo articolo.
Ve ne suggeriamo due:

Traversata Monte Tamaro – Monte Lema: è piuttosto popolare ma richiede una buona pianificazione per via dei limitati collegamenti ai mezzi di trasporto nel punto di ritorno. E’ una escursione di circa 13 km che richiede almeno 5 ore di cammino. Una volta raggiunta la cima del Monte Tamaro, piuttosto che tornare indietro verso l’Alpe Foppa si prosegue lungo il sentiero che scende giù dal monte lungo il versante opposto a quello di salita e poi lungo sentieri in cresta fino al Monte Lema. Da qui, si torna a valle con la funivia Lema-Miglieglia. Qui trovate il percorso e maggiori informazioni.

Giro del Monte Tamaro: è una valida alternativa al ritorno verso l’Alpe Foppa per la stessa strada dell’andata. In questo caso, il percorso totale è di 9,7 km e richiede circa 3 ore e mezzo di cammino. Una volta raggiunta la cima del Monte Tamaro, si torna indietro verso la Capanna Tamaro e da là si devia verso l’Alpe Duragno per poi rientrare all’Alpe Foppa seguendo un sentiero che costeggia il monte. Qui trovate il percorso e maggiori informazioni.

Booking.com
Booking.com
Come arrivare

Arrivare con i mezzi pubblici

Guarda la mappa del posto su Google Maps. Il punto di partenza di questa escursione – la stazione a valle della cabinovia Rivera-Alpe Foppa – è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. Per individuare la migliore opzione di viaggio per voi, come sempre vi suggeriamo di utilizzare il sito FFS o l’App FFS, con la quale potrete anche verificare gli orari e lo stato di operatività delle linee e acquistare i biglietti.

Arrivare in auto

Guarda la mappa del posto su Google Maps. Il punto di partenza di questa escursione – la stazione a valle della cabinovia Rivera-Alpe Foppa – è raggiungibile anche in auto. Per individuare la migliore opzione di viaggio per voi, come sempre vi suggeriamo di utilizzare Google Maps. Di fronte alla stazione è disponibile un comodo parcheggio a pagamento.

Suggerimenti

1

Dalla cima del Monte Tamaro partono molti altri sentieri escursionistici. A questo link trovate alcune informazioni e idee.

2

Tutti coloro che scelgono di alloggiare in uno degli hotel, ostelli o pensioni del Ticino ricevono gratuitamente il Ticino Ticket, una carta che consente, per l’intero giorno di checkin e checkout, di viaggiare liberamente con i mezzi pubblici per tutto il Cantone. Vi basterà chiederlo al momento del checkin presso il vostro hotel. Potete trovare maggiori informazioni a questo link.

3

State pianificando un’escursione qui e avete dubbi o domande su questo percorso? Fatecelo sapere lasciando un commento sotto e vi risponderemo nel più breve tempo possibile!

Nota pubblicitaria : questo articolo contiene links affiliati dai nostri partner. Attraverso le affiliazioni, ti offriamo la possibilità di accedere a promozioni e offerte, spesso in anteprima o in esclusiva, per l’acquisto di prodotti e servizi. Allo stesso tempo, se sceglierai di acquistare presso un nostro partner, supporterai il nostro blog che potrà, così, restare attivo. Le nostre opinioni sui prodotti consigliati e i nostri suggerimenti di acquisto non sono influenzati dalle partnerships. Se vuoi saperne di più sul modo in cui gestiamo la pubblicità su questo blog, puoi visitare questa pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Restiamo in contatto

Iscrivendoti alla nostra newsletter sarai informato sui nostri viaggi ed escursioni e riceverai i nostri consigli direttamente nella tua mailbox!

Non è abbastanza? Qui puoi scoprire altre 6 buone ragioni per iscriverti alla nostra newsletter!